Aggiungi un posto a tavola che c’è uno spreco in meno


BOLOGNA, 29 OTT. 2010 – Una tavola talmente grande da ospitare 500 persone verrà apparecchiata domani a pranzo in piazza Maggiore e a Palazzo d’Accursio, cuore pulsante di Bologna. E’ ultima idea di Andrea Segrè, preside della Facoltà di Agraria dell’Alma Mater, e della sua creatura più famosa: Last Minute Market. La società che dal 1998 si occupa del recupero dei beni invenduti vuole festeggiare così la giornata conclusiva del progetto "Un anno contro lo spreco 2010", creando un momento di convivialità che abbia al centro cibo buono, salutare e donato.L’evento intende sensibilizzare l’opinione pubblica, dimostrando che lo spreco e gli scarti possono essere una risorsa. Il Pranzo verrà perciò cucinato con i prodotti invenduti nella filiera agro-alimentare raccolti dalle varie organizzazioni che recuperano il cibo a favore degli indigenti e sarà a beneficio di tutti i cittadini. Grazie ad Avanguardia Culinaria srl, anche i piatti, i bicchieri e le posate saranno in linea con l’iniziativa. In parte di legno, derivate da foreste coltivate, oppure in fibra di canna da zucchero riciclata e in PLA, la “similplastica” che però è biodegradabile e deriva dal mais.Ma prima del Pranzo, previsto alle ore 12, la giornata conclusiva di "Un Anno contro lo spreco 2010" si aprirà alle 10 con la presentazione del "Libro Nero dello spreco alimentare in Italia", il primo rapporto sugli sprechi lungo la catena agro-alimentare, dal campo alla tavola. Alle 11, inoltre, si assegnerà il Premio "Non Sprecare" all’iniziativa antispreco più originale. Quattro sezioni in cui il riconoscimento è suddiviso: imprese, enti e istituzioni, scuole, personaggi. Il programma completo della giornata è consultabile direttsmente sul sito di Last Minute Market.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet