Aeroporto di Rimini, Leonardi nuovo presidente


Il Consorzio per lo sviluppo dell’aeroporto di Rimini-San Marino, uno dei quattro gruppi interessati a rilevarne la gestione dopo il fallimento della società pubblica Aeradria, ha un nuovo presidente. A seguito delle dimissioni da presidente di Pier Francesco Campana, protagonista di un botta e riposta nei giorni scorsi col Gruppo Antimafia Pio La Torre di Rimini su alcune vecchie vicende giudiziarie, il Cda dei consorziati ha proceduto alla nuova nomina. Il nuovo presidente è Roberto Leonardi, già impegnato nelle attività societarie e presidente del Consorzio Abn. Leonardi, 48 anni, perugino, è attivo da quasi 30 anni nella cooperazione sociale e nel 1997 ha dato vita al consorzio in questione. Nominato Leonardi, nel raggruppamento restano confermati nei rispettivi incarichi il vice presidente Giovanni Maniscalco, già presidente per due mandati di Assaeroporti e degli aeroporti di Palermo e Trapani oltre che consigliere di Assoclearance, e il consigliere delegato Sergio Miotto, già direttore di Confservizi International. Leonardi, riepiloga il consorzio in una nota, è stato consulente per la costituzione e l’accompagnamento allo start-up di imprese che operano nel campo dell’energia solare termica, insieme ad Enea e ministero dell’Ambiente, e poi consulente della società Italia Lavoro per l’attivazione di iniziative imprenditoriali nel campo delle rinnovabili e presidente di “Renergy-Consorzio per lo sviluppo sostenibile di imprese sociali”. Attualmente collabora con Fits- Fondazione per l’innovazione del terzo settore di Banca Prossima.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet