Aeroporto Rimini, area Titano conferma interesse


L’aeroporto Fellini di Rimini è una “infrastruttura strategica” e l’assegnazione di alcune sue aree alla Repubblica di San Marino fornirà un “ulteriore aiuto per la futura società di gestione, non appena si capirà chi parteciperà al bando per la concessione dell’aeroporto”.

 
A Ginevra per partecipare all’Ebace 2014, la kermesse internazionale dedicata all’aviazione d’affari, il segretario di Stato per l’Industria, Marco Arzilli, conferma alla televisione FlyEurope.Tv l’interesse del Titano per lo scalo rivierasco e il settore dell’aeronautica in generale. Certo, non nasconde Arzilli, la situazione della società che gestisce l’aeroporto “preoccupa”, ma c’è appunto la “certezza” dell’assegnazione per 40 anni di alcune aree a San Marino che “ci permetteranno di sviluppare il settore dell’aviazione generale business, la manutenzione e lo scalo merci”. Dando appunto “un ulteriore aiuto” alla parte italiana: dunque “due territori, due Stati faranno sinergia”.

 
Anche per questo, prosegue Arzilli, San Marino è a Ginevra, per “portare avanti Aviation, il più importante progetto degli ultimi anni”. Il Titano, sottolinea, “è cambiato, punta tantissimo non solo sull’aeroporto di Rimini, anche sul registro aeronautico, che è cresciuto tantissimo, grazie alle norme e ai servizi che diamo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet