Adriatico, Emilia Romagna gestirà i fondi Ue


La Regione Emilia-Romagna si aggiudica la guida della nuova Autorità di gestione del programma di cooperazione territoriale adriatico-ionico. Quindi, viale Aldo Moro coordinerà la gestione degli oltre 110 milioni di euro di fondi Ue destinati a interventi di sviluppo economico e tutela ambientale nelle Regioni che si affacciano sull’Adriatico. Lo ha annunciato ieri la vicepresidente della Regione, Simonetta Saliera, nel corso di un convegno in viale Aldo Moro sul tema della macroregione adriatico-ionica. “Durante la riunione che si è tenuta lo scorso 23 maggio a Belgrado – spiega Saliera – la task force europea ha deciso definitivamente di affidare alla Regione Emilia-Romagna l’Autorità di gestione, certificazione, audit e il segretariato congiunto del programma completo”, che comprende quattro stati Ue (Italia, Slovenia, Croazia e Grecia) più altri quattro Paesi in preadesione alla comunità europea (Albania, Serbia, Montenegro e Bosnia Erzegovina). L’Emilia-Romagna gestirà dunque una serie di bandi, per un valore di oltre 100 milioni, a cui parteciperanno privati e associazioni di categoria dei vari Stati interessati. I finanziamenti pubblici serviranno per dare vita a imprese ed eventi culturali. “Per noi la priorità sarà operare perchè si creino nuovi posti di lavoro – afferma Saliera – le risorse del Programma saranno utilizzate per il cofinanziamento di progetti transnazionali su temi che saranno strettamente legati anche alla strategia macroregionale europea adriatico-ionica”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet