Addio a Sergio Scaglietti, artista della Ferrari


MODENA, 21 NOV. 2011 – A gennaio aveva festeggiato i suoi 91 anni all’interno del Museo Ferrari di Maranello con una grande festa tra le Rosse, la passione e l’attività di una vita. Nel 2009 aveva voluto essere presente alla posa della prima pietra del Museo Casa Natale Enzo Ferrari, ma non vedrà l’apertura ufficiale dell’opera. Si è spento ieri mattina nella sua abitazione di Modena, Sergio Scaglietti, il carrozziere di fiducia di Enzo Ferrari, senza dubbio uno dei personaggi che con la sua inventiva ha contribuito a realizzare alcune tra le Ferrari più belle e ricercate al mondo.Nato a Modena il 9 gennaio del 1920, iniziò a lavorare con Ferrari alla fine degli anni ’50. Da quel momento nacque un rapporto di fiducia che fece la storia del Cavallino e la storia di Modena. Sono numerosissimi gli esemplari usciti dal tavolo di progettazione di Scaglietti capolavori come la Ferrari 250 Testa Rossa e l’indimenticabile Ferrari 250 GTO. La carrozzeria Scaglietti divenne in seguito parte integrante della Casa del Cavallino, un legame saldissimo che culminò nel 2004 quando a Sergio Scaglietti fu intitolata la Ferrari 612, disegnata da Pininfarina.“Con la morte di Sergio Scaglietti Modena perde un altro dei suoi figli che hanno contribuito a far conoscere la città nel mondo” è stato il commento del sindaco Giorgio Pighi e della Giunta. “E’ un giorno triste oggi per tutta la Ferrari” ha dichiarato il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo, che ha aggiunto: “ E’ scomparso un amico, un compagno di viaggio, un uomo che ha legato il suo nome per sempre a quello del Cavallino Rampante. Ci mancherà”. Per espressa volontà di Scaglietti i funerali si svolgeranno in forma strettamente privata e riservata ai soli familiari.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet