Addio a Renzo Bonazzi


REGGIO EMILIA, 1 APR. 2010 – E’ morto all’età di 85 anni Renzo Bonazzi, sindaco di Reggio Emilia dal 1961 al 1972 e senatore del Pci per due legislature. Primo cittadino molto apprezzato, è stato tra le personalità più stimate e ascoltate della città. Uomo di cultura e di grande apertura intellettuale, subentrò  al sindaco Campioli dopo l’eccidio del 7 luglio 1960 e seguì l’iter processuale e le conseguenti vicende politiche. Sempre vicino alle avanguardie culturali, fu promotore di stagioni memorabili a Reggio, come “Musica e realtà” con Abbado, Pollini, Luigi Nono, consentendo così alla musica colta di entrare nelle fabbriche, nei quartieri, nelle scuole. Promosse il Living theatre e il Gruppo 63. Il suo lavoro ha fatto crescere un’intera generazioni di intellettuali. Il sodalizio con Loris Malaguzzi e Loretta Giaroni ha costruito  le scuole dell’infanzia apprezzate in tutto il mondo."Reggio ha perso il sindaco che l’ha trasformata in una città moderna, sul piano economico e culturale", scrive il presidente di Istoreco Mirco Carrattieri. "Il suo impegno per rafforzare le Istituzioni culturali, i Teatri, i Musei, le Scuole dell’infanzia, la ricostruzione civile e la crescita morale della città di Reggio Emilia, rappresenta l’eredità più viva della lotta di Liberazione e della Resistenza", aggiunge Nando Rinaldi direttore dell’istituto di cui Bonazzi era anche membro del Comitato direttivo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet