Accordo BpER Banca e Unimore per borsa di studio di ricerca


BPER Banca sosterrà per tre anni il percorso di studio di un giovane ricercatore che frequenta il Corso di Dottorato di ricerca internazionale in Lavoro, sviluppo ed innovazione, istituito da Unimore – Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, ospitato presso la Fondazione Marco Biagi. In particolare il progetto alla base della iniziativa si indirizzerà verso l’acquisizione di saperi, competenze, metodi e strumenti innovativi inerenti l’utilizzo della social collaboration nell’organizzazione e nella gestione d’impresa, anche attraverso l’ideazione e la realizzazione di ricerche empiriche. Lo prevede un accordo siglato stamane a Modena dal Rettore Unimore prof. Angelo O. Andrisano, dall’Amministratore Delegato di BPER Banca dott. Alessandro Vandelli e dal Direttore della Fondazione Marco Biagi dott.ssa Paola Reggiani Gelmini. BPER Banca finanzierà una borsa di studio, finalizzata a ricerche su potenzialità e implicazioni strategiche derivanti dall’utilizzo di logiche e tecnologie collaborative nelle attività d’azienda (social collaboration), istituito da Unimore nell’ambito del Corso di Dottorato di ricerca internazionale in Lavoro, sviluppo ed innovazione, diretto dal prof. Luigi Enrico Golzio. Lo prevede una specifica convenzione siglata stamane a Modena presso il Palazzo del Rettorato dal Rettore Unimore prof. Angelo O. Andrisano, dall’Amministratore Delegato BPER Banca dott. Alessandro Vandelli e dal Direttore della Fondazione Marco Biagi dott.ssa Paola Reggiani Gelmini. La convenzione, che rientra nell’Accordo di Programma sottoscritto nell’ottobre 2014 tra l’istituto bancario e la Fondazione universitaria, presso la quale si tiene l’organizzazione del Corso di Dottorato, permetterà ad un dottorando di poter frequentare il percorso di studio per i prossimi tre anni senza alcuna spesa. L’ammontare complessivo della borsa, infatti, è di 60.000 euro. L’Amministratore delegato di BPER Banca Alessandro Vandelli dichiara: “Sono particolarmente contento di confermare, attraverso questa borsa di studio, la collaborazione con Unimore e Fondazione Marco Biagi iniziata con la sottoscrizione dell’accordo dell’ottobre 2014. E’ la volontà di sperimentare che ci spinge a esplorare nuove modalità di relazione con la clientela per incrementare le opportunità di business ed è la volontà di migliorare che ci porta ad adottare nuovi modelli organizzativi orientati alla collaborazione per aumentare la produttività e il benessere dei colleghi. In questo quadro riteniamo fondamentale realizzare tali attività in stretto contatto con l’Università, perché solo attraverso queste collaborazioni si riescono a coniugare la metodologia e le competenze accademiche con le esigenze del business e delle imprese. Nel merito, il profilo che verrà selezionato avrà la possibilità di collaborare a fianco dei colleghi che stanno sviluppando progetti di business innovativi, come ad esempio quello finalizzato a soddisfare le esigenze delle comunità di migranti, e delle strutture che hanno recentemente implementato strumenti di social collaboration nell’ambito della comunicazione interna”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet