Accesso al credito, imprenditori più “In-formati” con UniCredit e Cna


Le logiche di valutazione del merito creditizio nel sistema bancario, le implicazioni degli accordi di Basilea, informazioni pratiche sul tema dell’accesso al credito. Questi sono alcuni dei temi al centro dell’incontro “Accesso al credito oggi, le istruzioni per l’uso” in programma giovedì 30 gennaio alle 17 presso la sede di Cna Bologna, in viale Aldo Moro 22. L’incontro è rivolto alle imprenditrici e agli imprenditori ed è organizzato da UniCredit, Cna e Serfina, la società di consulenza finanziaria Cna.
L’iniziativa si svolge nell’ambito del programma «In-formati» che UniCredit ha avviato a livello nazionale e che anche a Bologna sta riscuotendo ottimi riscontri con oltre 1.100 ore di formazione svolte nel 2013 per oltre 360 partecipanti, tra studenti, cittadini e imprenditori. L’incontro rientra nelle iniziative sul credito che Cna realizza per i suoi associati.

 

“Il Programma “In-formati” – spiega Elena Goitini, Responsabile Area Commerciale Bologna UniCredit – rappresenta un esempio dell’impegno del nostro Gruppo nella realizzazione di un business sostenibile, in grado di creare valore, nel lungo periodo, per i clienti, i cittadini e più in generale le comunità. Con ‘In-formati’ UniCredit mette al servizio delle comunità il sapere delle persone del Gruppo che gratuitamente gestiscono corsi informativi pensati per illustrare in modo semplice, chiaro e trasparente le tematiche di base della cultura bancaria e finanziaria; iniziative che mirano ad offrire un supporto concreto nel realizzare scelte economiche consapevoli e sostenibili, portando quindi un valore aggiunto alla comunità locale”.
“Quella del credito è una leva fondamentale per le imprese che vogliono competere sui mercati – aggiunge Nicola Tarini, Responsabile Politiche del Credito Cna Bologna -. Diventa quindi strategico oggi conoscere le logiche con cui le banche concedono il credito ai loro clienti, quali sono le informazioni che vengono richieste alle imprese e come è possibile accogliere favorevolmente queste richieste. Cna e UniCredit in questo incontro offriranno una panoramica completa degli elementi necessari alle banche per la concessione dei crediti, così gli imprenditori avranno più informazioni e più possibilità per accedere positivamente al credito”.

Nell’incontro del 30 gennaio si parlerà, tra l’altro, di logiche di valutazione del merito creditizio, di rating bancario e degli accordi di Basilea, di garanzie bancarie, di centrale rischi (come funziona, cosa viene segnalato, tempi di segnalazione).

 

L’iniziativa giunge in un momento particolarmente delicato per quanto riguarda l’accesso al credito delle piccole e medie imprese bolognesi. “Nel 2013 – prosegue Tarini – si sono ridotte le richieste di finanziamento, in particolare sono diminuite quelle relative agli investimenti. Le richieste di credito per investimenti delle imprese associate a Cna Bologna sono infatti passate dalle 361 del 2012 con 39 milioni di euro, alle 222 del 2013 con 35 milioni, circa l’11% in meno. Un segnale delle difficoltà delle imprese, un motivo in più per fare iniziative che, informando le aziende sulle dinamiche con cui le banche concedono credito, consentono agli imprenditori di avere più strumenti per richiederlo ed ottenerlo, col supporto di associazioni come Cna”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet