Accattone


5 AGO 2009 – Noi l’avevamo detto. Le ordinanze contro l’accattonaggio, che sarebbero poi in pratica la bella idea di fare la multa a chi chiede soldi (e quindi non ce li ha neppure per la multa), sono una sciocchezza. Che ha a che fare più con la moda della sicurezza prêt-à-porter che con la legalità.A Guastalla, che è passata alla Lega + centrodestra (e quindi il sindaco deve mostrare i muscoli), gli agenti della municipale hanno fatto allontanare un suonatore di strada dalla zona del mercato. Conferma il sindaco Giorgio Benaglia: “Se i vigili si son fermati, può darsi che avesse davanti a sé un cappello per raccogliere monete…” Come si vede il livello politico e culturale è molto elevato.Protesta l’associazione MirniMost, che fa parte della Federazione nazionale artisti di strada. Dice il presidente Antonio Campanini: “Il fisarmonicista (o flautista, è un giallo, Ndr) è da considerarsi a tutti gli effetti un artista di strada e come tale è l’espressione più antica della cultura popolare italiana, insieme a cantastorie e burattinai”.A Castelnovo Monti, che è rimasta al centrosinistra (e quindi il sindaco deve mostrare i muscoli), dopo la protesta dei parroci l’ordinanza anti-accattonaggio è stata corretta e adesso esclude le chiese. Ma il sindaco Gianluca Marconi non ci sta facendo proprio una bellissima figura. Robertino Ugolotti (Udc) fa un ragionamento molto lineare: modificare l’ordinanza “a seconda di chi si dissocia o esprime perplessità, dimostra tutti i limiti di averla adottata”. Se domani, aggiunge Ugolotti, fosse un’altra categoria a chiedere l’esenzione si creeranno altre zone franche? Non ci va giù tenero neppure Luigi Bizzarri della lista Castel-Nuovo: “Il sindaco dia retta alle voci levatesi in questi giorni e si tolga dal ginepraio in cui è finito e annulli l’ordinanza”.Segnaliamo infine che nel parcheggio dell’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, dove il sindaco Graziano Delrio ha vietato l’accattonaggio, staziona per ore sotto il sole una pattuglia dei vigili urbani. Stanno lì a fissare le macchine ferme, di accattoni in giro neanche l’ombra. Probabilmente sono tutti in spiaggia a Rimini a chiedere l’elemosina.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet