Abusivismo, non solo danno economico


La piaga dell’abusivismo continua ad allargarsi anche in Appennino, denuncia Lapam, complice il perdurare della crisi economica. Tra i vari settori l’artigianato di servizio è il più colpito, a partire dalla categoria del benessere. “Lapam Confartigianato, come già fatto nel 2013, sta per promuovere una nuova campagna di sensibilizzazione per dire no all’abusivismo nel settore – dice Andrea Bergamini, presidente Lapam della Zona del Frignano – Estetisti ed acconciatori vogliono lanciare un segnale forte ai consumatori per ricordare che affidarsi a coloro che si improvvisano operatori mette a rischio non solo la bellezza ma soprattutto la salute dei clienti. I rigidi controlli sanitari e le nuove certificazioni sui macchinari a cui sono sottoposti centri estetici e saloni di bellezza sono una garanzia per i clienti. Rivolgersi a chi si improvvisa costituisce un autentico azzardo; a fronte di un eventuale risparmio in termini economici ci si espone al rischio di danni permanenti”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet