ABK guarda a Piazza Affari


Abk Group Industrie Ceramiche di Finale Emilia, società guidata dall’imprenditore Roberto Fabbri, ha annunciato a giugno la decisione di quotarsi in Borsa sul mercato Aim di Piazza Affari mediante un accordo con la società Capital For Progress 2 spa, che ha sede a Milano: un accordo con cui il controllo e la gestione della società resteranno nelle mani dei soci fondatori. Capital For Progress 2 è una Spac (società di scopo) che ha raccolto 65 milioni da investitori professionali e l’accordo siglato prevede in sintesi l’incorporazione di Abk in Cfp 2, che assumerà la denominazione di Abk: l’operazione, e la conseguente quotazione di Abk sul mercato Aim, dovrà essere approvato dalla prossima assemblea dei soci di Abk, prevista in ottobre. In vista di questo appuntamento il Cda di Abk Group ha approvato la situazione semestrale al 30 giugno. “Abk prosegue con regolarità nel proprio percorso di sviluppo – dice il presidente Roberto Fabbri – presentando risultati in crescita a conferma della bontà della propria strategia focalizzata sull’eccellenza del prodotto e sull’attenzione alla qualità degli investimenti”. Abk è stata fondata nel 1992 da Michelangelo Fortuna e Andrea Guidorzi, cui si è aggiunto nel ’96 Roberto Fabbri, e si è specializzata nella produzione e commercializzazione di pavimenti e rivestimenti ceramici. Oggi la società, nei due principali stabilimenti di Solignano e Finale, ha una capacità produttiva di oltre 7,2 milioni di mq all’anno con tecnologie all’avanguardia e, a seguito dei notevoli investimenti degli ultimi quattro anni, pari a circa 45 milioni, è posizionata nel segmento di mercato di fascia medio alta.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet