Abbronzarsi senza rischi? L’Arpa spiega come fare


BOLOGNA 12 GIU. 2009 – “Tintarella di luna..tintarella color latte” magari l’abbronzatura si potesse prendere come diceva la canzone di Mina degli anni ’60. Purtroppo oggi rispetto a cinquant’anni fa’, i rischi sono molti e per godere al massimo dei benefici del sole è indispensabile conoscere quando e come sia meglio esporsi ai raggi solari. Per questo motivo Arpa Emilia-Romagna supportando l’attività di prevenzione della Autorità sanitarie, ha realizzato un nuovo sito web dedicato alle radiazioni ultraviolette: www.arpa.emr.it/uv. I punti di forza del nuovo sito, sono i dati in tempo reale della stazione di monitoraggio di Rimini e le previsioni fino a tre giorni dell’intensità delle radiazioni ultraviolette per dieci località: Marina di Ravenna, Cervia, Rimini, Forlì, Ferrara, Bologna, Piacenza, Passo della Cisa, Monte Cimone e Passo della Porretta. Il sito è ricco anche di informazioni che spiegano il perchè e il come proteggersi dalle radiazioni ultraviolette, i rischi e i benefici connessi all’esposizione al sole. Per i più curiosi inoltre, si possono trovare le caratteristiche fisiche della radiazione ultravioletta e come vengono realizzate le previsioni e le misure. Il nuovo sito va a completare l’offerta ‘estiva’ di Arpa, dedicata in particolare al tempo libero e alla vita all’aria aperta. L’offerta comprende le Previsioni del tempo(www.arpa.emr.it/sim), quelle sul Rischio calore (www.arpa.emr.it/calore), sull’ozono (www.arpa.emr.it/aria), sullo stato del mare (www.arpa.emr.it/mare) e sulla balneazione (www.arpa.emr.it/ balneazione). Per questo fine settimana le previsioni sulle radiazioni ultraviolette indicano valori molto elevati su tutto il territorio regionale, con valori massimi compresi tra l’8 e l’11 dell’Indice UV (si ricorda che il valore superiore è di 11). Massima allerta perciò nelle ore centrali della giornata, durante le quali, come consigliato dall’Istituto Superiore di sanità, è necessario evitare l’esposizione diretta al sole o comunque limitarne gli effetti indossando maglietta o canotte, capello e creme protettive efficienti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet