“Abbiamo un sistema senza nessuna difesa per i giovani”


©Trc-TelemodenaMODENA, 24 OTT. 2011 – “Se manca la prospettiva storica, perché troppo eventi si sono sovrapposti, perdiamo i riferimenti dai quali ripartire”. Per questa ragione Innocenzo Cipolletta, già direttore generale di Confindustria, presidente delle Ferrovie della Stato e del Sole 24 ore, ha deciso di scrivere un libro nel quale ha ricostruito la storia dal dopo guerra ad oggi, dando particolare risalto alle ragioni che hanno generato i periodi più difficili di crisi economica. La storia – ha detto Cipolletta, presente questa mattina al teatro Carani di Sassuolo, per l’iniziativa “Incontri con l’autore”, – è una variabile che spiega molto bene ciò che stiamo vivendo. Purtroppo però – ha evidenziato – abbiamo la tendenza a dimenticare troppo in fretta, e questo genera il ripetersi degli stessi errori, convinti di fare cose nuove..La bolla finanziaria globale del 2008 – per Cipolletta – è intimamente legata alle modalità in cui è entrati in guerra contro il terrorismo internazionale. A farne le spese, anche in Italia, sono, in particolare, i giovani: per loro il futuro resta solo pieno di incognite.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet