A2A allontana la fusione con Hera e Iren


BOLOGNA, 14 NOV. 2011 – Notizie di stampa la avevano indicata come terzo possibile partner nella maxisinergia tra Iren – multiutility di Reggio Emilia, Parma, Piacenza, Genova e Torino – ed Hera, governata da Bologna, Modena e i comuni romagnoli. Ma A2A affida la sua replica a una nota, precisando di non aver "nominato alcun consulente per valutare l’operazione di fusione" con i due colossi dei servizi energetici. A2A, quotata alla Borsa Italiana, è nata nel 2008 dall’aggregazione delle società lombarde Aem Milano, Asm Brescia, Amsa ed Ecodeco; il Gruppo opera principalmente nei settori della produzione, della vendita e della distribuzione di gas e di energia elettrica, del teleriscaldamento, dell’ambiente e del ciclo idrico integrato. Con un fatturato di oltre sei miliardi, più di due milioni di clienti e circa 9.350 dipendenti, A2A è uno dei principali player nazionali del settore.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet