A spasso con fucile e tre pistole, arrestato a Parma


PARMA, 10 NOV 2009 – Non aveva in mente per fortuna di compiere una strage “all’americana” l’uomo bloccato ieri notte in una via del centro di Parma con un fucile sotto il braccio e, in una borsa, tre pistole ed oltre 150 pallottole. Una scena da Far west che è costata ad un trentanovenne sardo ma residente a Parma l’arresto per detenzione e porto illegale di armi, oltre all’accusa di ricettazione. L’uomo, con il volto completamente tumefatto e barcollante, è stato sorpreso con le armi da una pattuglia dei Carabinieri che stavano pattugliando la zona. Pistole spianate, i militari hanno intimato all’uomo di gettare a terra il fucile, poi lo hanno immediatamente immobilizzato. Recuperata la doppietta, i Carabinieri hanno aperto la borsa nera che aveva in mano dove all’interno c’era un vero e proprio arsenale: una pistola beretta calibro 9, una pistola a tamburo 7,65 ed una semiautomatica calibro 22. Assieme alle tre armi c’erano oltre 160 pallottole.Il trentanovenne ha tentato di giustificarsi dicendo di avere acquistato il tutto per 200 euro e di avere cercato di piazzare poi le armi ad alcuni spacciatori della zona in cambio di droga. L’affare non sarebbe andato in porto e gli spacciatori si sarebbero avventati su di lui colpendolo più volte al volto. Pistole e fucili, tutti con regolare matricola, erano state rubate poche ore prima in un’abitazione non molto distante.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet