A Sassuolo l’ospedaleè sostenibile


©Trc-TelemodenaSASSUOLO (MO), 3 FEB. 2012 – Un impianto all’avanguardia che permetterà all’ospedale di Sassuolo di auto-prodursi energia per l’80 per cento del fabbisogno annuale, con un risparmio economico del 5 per cento sulla somma spesa nel 2008. Non solo, la nuova centrale tecnologica, inaugurata questa mattina, guarda al futuro per quanto riguarda la sostenibilità. L’impianto sfrutta infatti il metodo della trigenerazione. Oltre a fornire energia elettrica e termica, trasforma il calore prodotto in eccesso (ad esempio nei mesi estivi quando non è in funzione il riscaldamento) in acqua fredda che va ad alimentare a sua volta l’impianto di condizionamento. Un circolo virtuoso che permette una riduzione delle emissioni di anidride carbonica del 24 per cento, un risparmio stimato in 566 tonnellate equivalenti di petrolio. Un investimento dal valore complessivo di 18 milioni di euro, realizzato da Cpl Concordia, il consorzio Cooperative Costruzioni e ing Ferrari Impianti. Nessuna spesa dunque a carico dell’ospedale, che diventerà proprietario della centrale tra 9 anni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet