A RMI si parla di economia e stilismo internazionale


BOLOGNA, 20 LUG. 2011 – Economia e stilismo salgono alla ribalta nella settimana riccionese della moda giovane e venerdì 22 luglio avranno la loro giornata clou. Si inizia alle ore 18 presso l’Hotel Mediterraneo con la presentazione del libro di Stefano Micelli, ordinario di economia e gestione aziendale presso l’Università Cà Foscari di Venezia, “Futuro artigiano. L’innovazione nelle mani degli italiani”. L’argomentazione sostenuta dall’autore è tesa a dimostrare che la competitività della nostra economia si regge sulle competenze artigiane (knowledge workers) e sul saper fare, che continuano a rappresentare ingredienti essenziali di creatività e innovazione, costituendo il reale valore aggiunto della nostra industria. Ne discuteranno Paolo Govoni, presidente CNA Emilia Romagna, Luca Rinfreschi, presidente nazionale CNA Federmoda e Giacomo Valentini, presidente Orobianco Group. Si prosegue alle ore 21.30 nel parco di Villa Mussolini dove si svolgerà “Fashion from the world”, l’evento dedicato al giovane stilismo internazionale. Grazie alle collaborazioni avviate da CNA Federmoda, Riccione Moda Italia quest’anno ospiterà le migliori promesse del fashion di diversi Paesi della UE, dello Stato del Parana in Brasile e del Mozambico. L’evento inizierà con la sfilata del “The Fashion Contests Award”, il Concorso europeo tra giovani stilisti promosso da ACTE, l’Associazione della Comunità Tessili Europee che ha scelto la manifestazione di Riccione Moda Italia quale contesto ideale per la sua prima edizione.Gli stilisti che vi partecipano sono i vincitori di concorsi nazionali e posseggono un considerevole background professionale nel campo del tessile-abbigliamento. Concorreranno con le creazioni che ne hanno decretato il successo nei loro Paesi e con un capo di abbigliamento appositamente creato per la performance di Riccione, attinente l’ecosostenibilità, la moda etica ed eco-friendly, filoni emergenti nel settore, sui quali CNA Federmoda collabora da tempo con le associazioni “Il filo che unisce”, e Helvetas per iniziative avviate nel Burkina Faso. I 15 giovani concorrenti provenienti da Germania, Polonia, Spagna, Portogallo e Italia sfileranno alla presenza di Colette Huvenne della Municipalità di Lille, Francia, in rappresentanza della presidenza esecutiva di ACTE, e di Teo Romero, sindaco di Santa Margarida de Montbuy e responsabile delle relazioni internazionali di ACTE. Una giuria di imprenditori e stilisti sceglierà tra loro il primo vincitore del “The fashion Contests Award” europeo.Il panorama internazionale sulla nuova creatività nel fashion, proseguirà con la presentazione degli abiti creati da Wacelia Zacarias vincitrice, nella categoria “Young Designer 2010”, della Mozambique Fashion Week, e da Hildo Paulino Fabri Neto vincitore del premio Joao Turin del Parana in Brasile. La conduzione della serata sarà affidata a Sharon Bray, redattrice e conduttrice di programmi di moda e costume.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet