A Rimini i capolavori del Museo di Boston


in collaborazione con Teleromagna5 MAR. 2009 – Arrivano in mostra a Rimini i capolavori europei del Museum of Fine Arts di Boston. L’iniziativa è dell’imprenditore e critico d’arte Marco Goldin, lo stesso che ha portato esposizioni di successo negli scorsi anni a Brescia, Torino e Treviso. Questa volta Goldin è riuscito a farsi ‘prestare’ dal museo Usa 65 capolavori della pittura mondiale – da Rembrandt a Velasquez, Van Dyck, Tiepolo, Manet, Gauguin, Cezanne, Van Gogh, Monet, Picasso, Matisse – che troveranno eccezionalmente casa a Rimini, dove saranno accolti a Castel Sismondo, la Rocca Malatestiana nel cuore della città, dal 10 ottobre al 14 marzo 2010. L’occasione è resa possibile dalla chiusura, per pochi mesi, di alcuni ambienti del museo bostoniano in vista dell’imminente trasferimento di tutte le sezioni dedicate all’arte americana nella nuova, grande ala del museo firmata da Norman Foster. Non sarà comunque l’unica esposizione: Goldin presenterà anche una rassegna di venti pittori italiani contemporanei che realizzeranno quadri ispirati al tema ‘Pittura d’Italia. Luoghi veri e dell’animà. E ci sarà anche una terza mostra, virtuale e itinerante, ‘pensata’ da Antonio Paolucci, ex ministro dei Beni Culturali e riminese di nascita, che si snoderà attraverso i monumenti riminesi e farà scoprire ‘Piero della Francesca e i tesori d’arte a Riminì, dall’Arco di Augusto al Ponte di Tiberio, alla Domus del chirurgo, ai palazzi, conventi e monasteri medievali della città dei Malatesta.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet