A New York il terzo ristorante Barilla


Nuova apertura per Barilla a New York. L’azienda parmigiana arriva sulla Sixth Avenue, a Herald Square, con il suo terzo ristorante nella Grande Mela. “In futuro – spiega il gruppo emiliano in una nota – sono previste altre aperture anche in altre città degli Stati Uniti, dove Barilla è leader di mercato nella pasta”. Il terzo locale nella metropoli statunitense, conferma, la crescita all’estero dell’azienda italiana che, lo scorso giugno, ha inaugurato in Francia il nuovo impianto del marchio ‘Harry’s’ divenuto il più grande sito industriale di prodotti da forno nel Paese transalpino con 43.000 metri quadrati e otto linee produttive. Il gruppo, prosegue la nota, “ha in corso un piano triennale di investimenti 2014-2016 per un totale di 47 milioni di euro che comprende anche la costruzione di una nuova linea produttiva di pane nel sito di Plaine de l’Ain a Lione inaugurata nel giugno 2014 e di nuove attrezzature per gli stabilimenti di Valenciennes e Gauchy”. Oltreoceano è recente anche il lancio di ‘Pasta pronto’ negli Stati Uniti, pasta a cottura semi-istantanea e di una pasta fatta con grano tenero e uova, in Brasile, per andare incontro ai gusti del Paese sudamericano. Fuori dai confini italiani Barilla – marchio leader sul mercato della pasta negli Stati Uniti – oltre a ‘Harry’s’, acquisito nel 2002, conta su altri cinque marchi: ‘Filiz’, tra i maggiori produttori di pasta in Turchia acquisito nel 1994; Misko, leader della pasta in Grecia acquisito nel 1999; Wasa, produttore di pani croccanti acquisito nel 1999 e Yemina e Vesta, marchi di punta sul mercato messicano della pasta acquisiti nel 2002.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet