A Modena rallenta la ripresa, lo dicono i numeri di Cna


MODENA, 5 AGO. 2011 – Il 2011 si è aperto con un calo congiunturale non solo per le costruzioni  (su cui pesa il doppio effetto della crisi e della stagionalità del settore) ma anche per il manifatturiero e il terziario. Il comparto trainante è quello della meccanica, 20 punti percentuali in più rispetto al primo trimestre 2010); l’alimentare perde fatturato. E’ un quadro improntato alla massima incertezza quello offerto da Trender, l’osservatorio congiunturale della micro e piccola impresa promosso dalla Cna regionale e dalla Federazione Banche di credito cooperativo.L’analisi ha coinvolto 700 imprese modenesi con meno di 20 addetti. I primi tre mesi dell’anno mostrano un netto calo congiunturale del fatturato complessivo ma a voler guardare il bicchiere mezzo pieno il fatturato rimane positivo, quasi un dieci per cento in più, se raffrontato allo stesso periodo del 2010, ma comunque a livelli ben al di sotto dei valori medi pre-crisi.Una situazione che porta Luigi Mai, presidente provinciale della Cna, a fare un appello alla politica: “Siamo consapevoli che non esistono ricette magiche per la crescita, ma si può fare almeno in modo di non ostacolarla. E’ questo – insiste Mai – che vorremmo dalla politica, assieme alla presa di coscienza per una situazione di emergenza forse peggiore di quella di tre anni fa”.E l’analisi della Cna è decisamente disincantata: nei primi cinque mesi del 2011 l’export delle aziende italiane è aumentato del 17%, quello delle aziende tedesche solo di uno 0,7% in più. Eppure tra i Btp italiani e i Bund tedeschi c’è una differenza di 400 punti base (anche se oggi si è ridotta) che corrispondono a circa un 3% in termini di maggiori tassi di interesse pagati dall’Italia per finanziare il proprio indebitamento.“Significa – taglia corto Mai – che la credibilità delle aziende italiane è maggiore di quella dello Stato”. Per Mai è necessario ripartire dall’asse imprese-lavoratori per riaccendere la fiamma della ripresa.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet