A Modena e Reggio Emilia inizia l’epoca del digitale


8 SET 2009 – Tra Modena e Reggio Emilia l’era digitale è iniziata in anticipo rispetto alla scadenza fissata nella metà del 2010 per la nostra regione e per il 2012 per l’intero territorio nazionale. Sarà il così detto “switch off” (che in inglese vuol dire “spegnere un apparecchio elettrico”): la tv analogica si “spegne” per sempre e si accende in contemporanea quella digitale, con un segnale migliorato e soprattutto con più canali e la possibilità di un televideo interattivo.VMT SOLO SU DIGITALEDa oggi i telespettatori modenesi non vedranno più in chiaro Video Modena Telestar. Vmt si è infatti trasferita, 24 ore su 24, sul digitale terrestre e per vederne le trasmissioni, in tutte le aree servite della pianura di Modena e Reggio compreso Sassuolo e il distretto ceramico, è necessario disporre di un televisore già abilitato, quelli di ultima generazione, o del decoder per il digitale terrestre. Ma con l’inizio dell’era digitale, che conferma il continuo investimento in tecnologia di Teleinformazione modenese, aumenta anche l’offerta per i telespettatori che, grazie ad un importante accordo, oltre a Vmt e Trc-Telemodena potranno adesso vedere anche Telereggio e Mantova Tv.L’anticipo rispetto allo switch off ufficiale per l’Emilia Romagna, quando cioè l’analogico andrà definitivamente in pensione e tutti i canali televisivi si potranno vedere solo in digitale, come già avvenuto in Sardegna, Valle d’Aosta, Campania e Piemonte, consente di avviare una fase sperimentale che coinvolgerà direttamente tutti i telespettatori. Per informazioni e richieste è possibile telefonare al numero 059.88.69.999 e con la collaborazione del pubblico sarà possibile terminare la messa a punto di tutto il sistema e garantire un servizio sempre più adeguato. Sino a quando le trasmissioni in analogico non andranno definitivamente in pensione, sarà possibile vedere Trc-Telemodena sul “vecchio” televisore nei canali abituali.TELEREGGIO SUL DIGITALE A SAN POLO, QUATTRO CASTELLA E PARMA Telereggio fa un secondo passo verso il futuro della tv. Il primo è stato quello del febbraio 2008, quando ha cominciato a trasmettere solamente in tecnica digitale terrestre nel comune di Casina e in parte dei comuni di Toano, Baiso, Carpineti e Canossa. Ora scatta la fase 2: tocca ai comuni di San Polo e Quattro Castella e a una vasta porzione della provincia di Parma. In queste zone il canale 57 sarà convertito dal sistema analogico a quello digitale. Dunque, per continuare a vedere Telereggio in queste aree delle province di Reggio e di Parma, è indispensabile avere il decoder. Un piccolo anticipo perché comunque fra un anno in Emilia-Romagna sarà possibile vedere la tv solo con il digitale terrestre. E ormai i nuovi televisori vengono venduti con il decoder già incorporato.Il passaggio al sistema di trasmissione digitale oltre a garantire una migliore qualità del segnale, consente a molte famiglie che oggi non vedono Telereggio di ricevere la principale tv cittadina.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet