A Imola si cerca lavoro per l’estero


Non solo cervelli in fuga dall’Italia, basta un po’ di talento per lasciate il paese, soprattutto in tempo di crisi. Nasce un’agenzia di collocamento rivolta ai lavoratori che in Italia non trovano opportunità e desiderano provarci all’estero. Con il nome di ‘T-Island’, la start up innovativa nata da un’idea di Alberto Forchielli (Osservatorio Asia e Mandarin Capital Partners) verrà costituita il 18 novembre e diverrà operativa dall’1 marzo 2014, la sede sarà a Imola. L’iniziativa presentata oggi nell’ambito dell’incontro pubblico ‘L’Arca di Noè per i giovani. La nuova emigrazione in andata e in ritorno: una opportunità formativa e occupazionale?’.

L’obiettivo è quello di aiutare gli italiani dotati di talento, ma senza prospettive di impiego all’orizzonte, a trovare lavoro all’estero. L’agenzia supporterà chi aspira a trovare un lavoro ad andare oltre confine, superando gli ostacoli della burocrazia e fornendo anche un aiuto a districarsi nelle pratiche necessarie e nella ricerca di un alloggio. A poterne beneficiare saranno varie categorie di lavoratori come professionisti e artigiani: ingegneri, architetti, economisti, ricercatori, ma anche geometri, chef, camerieri, carpentieri, sommelier, infermieri, personale alberghiero.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet