A Forlì (come a Ravenna) il carcere scoppia


in collaborazione con Teleromagna11 MAR. 2009 – Dopo quello di Ravenna anche il sindaco di Forlì, Nadia Masini, interviene per denunciare le carenze del carcere cittadino. Lo ha fatto con una lettera, al ministro della Giustizia, Angelino Alfano. "Anziché 170 detenuti – scrive il Sindaco – la media delle presenze è ormai costantemente attestata su 220 ospiti circa, cui corrisponde una significativa carenza di organico. Questa situazione crea difficoltà negli stessi rapporti fra i detenuti, tra questi e gli agenti penitenziari e gli altri operatori, pregiudicando le attività che si svolgono nella casa circondariale a cura delle istituzioni locali e delle associazioni di volontariato". La nuova struttura carceraria forlivese, della quale si è avviata recentemente la costruzione in località Villa Rovere, sarà disponibile ragionevolmente non prima di 4-5 anni. Per questo il sindaco Masini ha chiesto un tempestivo intervento del ministero "volto a ridurre la criticità che si è determinata”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet