A Cremonini il premio Leonardo Qualità Italia


ROMA, 19 FEB. 2013 – C’è anche Luigi Cremonini tra i vincitori dei Premi Leonardo 2012, conferiti oggi in Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, alla presenza del Ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera, del Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, del Presidente dall’Agenzia ICE Riccardo M. Monti e della Presidente del Comitato Leonardo Luisa Todini. I riconoscimenti vengono assegnati ad imprenditori e personaggi, italiani o stranieri, che abbiano contribuito in modo significativo ad affermare e consolidare l’immagine del “made in Italy” e la qualità del Sistema Italia nel mondo. Promotore dell’iniziativa è il Comitato Leonardo, nato nel 1993 dall’idea comune del senatore Sergio Pininfarina e del senatore Gianni Agnelli, di Confindustria, dell’ICE e di un gruppo d’imprenditori, con l’obiettivo di promuovere ed affermare la “Qualità Italia” nel mondo. Il Premio Leonardo 2012, riservato ad un personaggio che si sia particolarmente distinto nel promuovere l’immagine dell’Italia nel mondo, è stato conferito ad uno dei più illustri imprenditori italiani: Roberto Colaninno, Presidente e Amministratore delegato del Gruppo Piaggio. Al Gruppo Cremonini, attraverso il suo presidente Luigi Cremonini, è stato assegnato uno dei Premi Leonardo Qualità Italia 2012, attribuiti ad aziende che si sono distinte nell’anno per qualità e vocazione all’export. Gli altri sono stati assegnati a Adler Plastic (Presidente Paolo Scudieri); Artemide (Presidente Ernesto Gismondi) Pomellato (A.d. Andrea Morante) e Prysmian Group (A.d.Valerio Battista). Il Premio Leonardo International 2012, riservato a personalità straniere che abbiano particolarmente contribuito a sviluppare e migliorare i legami culturali ed economici con l’Italia, è stato conferito all’imprenditore turco Mustafa V. Koç, Presidente del più importante gruppo industriale del Paese e partner strategico dei principali investimenti italiani in Turchia. Il Premio Leonardo alla carriera è stato assegnato agli scenografi Premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, rappresentanti eccellenti della creatività e del genio italiani nel settore cinematografico. Il Premio Leonardo Start-up, novità di quest’anno, istituito dal Comitato Leonardo di concerto con il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Agenzia ICE e dedicato a neonate realtà innovative italiane che si siano particolarmente distinte per innovazione, successo, internazionalizzazione e impatto sociale, è stato assegnato a Giuseppe Giorgini, Presidente di Silicon Biosystems. “In questo periodo di crisi, morale ed economica, è quanto mai necessario un richiamo alle responsabilità di ognuno di noi: istituzioni, imprenditori, parti sociali, lavoratori” ha affermato Luisa Todini. “E’ importante ricordare il tessuto imprenditoriale sano e vivace, costituito da grandi, medie e piccole imprese, che opera in modo trasparente e nel rispetto delle regole e ha bisogno di essere sostenuto e tutelato sulla strada dell’internazionalizzazione, anche attraverso forme agevolate di cooperazione e aggregazione. L’export rimane un traino fondamentale per l’economia del nostro Paese: nel 2012 le 111 aziende associate al Comitato hanno fatturato, nel loro insieme, quasi 300 miliardi di euro, pari al 20% del Pil, con una quota di export del 53%”. “La bilancia commerciale del nostro Paese è tornata in positivo per la prima volta da molti anni. E’ una buona notizia” ha dichiarato Giorgio Squinzi, Presidente di Confindustria. “Dobbiamo ora sostenere le tante realtà imprenditoriali che rafforzando la loro presenza sui mercati internazionali hanno raggiunto posizioni di leadership mondiale in nicchie di produzione tanto rare quanto preziose per la nostra economia. Non basta esserne orgogliosi e premiarle. Dobbiamo mettere queste eccellenze nelle condizioni di sfruttare appieno il loro potenziale attraverso un ambiente economico e produttivo quanto più possibile sgravato dai tanti, troppi, costi che ne frenano lo sviluppo e ne riducono la competitività. Mai come ora siamo di fronte a una sfida ambiziosa che richiede un impegno comune per un’azione riformatrice tanto decisa quanto immediata. Dobbiamo rilanciare la crescita e l’occupazione di un Paese che resta grande. Grazie a imprenditori capaci di tenere alta e rispettata la bandiera italiana nel mondo". Anche quest’anno, infine, nel corso della manifestazione sono stati conferiti i Premi di Laurea, finanziati da imprenditori soci, riservati a brillanti laureati che abbiano discusso tesi su argomenti rilevanti per il successo del made in Italy: 11 tesi di laurea che raccontano il meglio dell’Italia di oggi in diversi settori, tra cui moda, lusso, nautica, energie rinnovabili. “Dal 1997 ad oggi il Comitato Leonardo ha premiato oltre 100 neolaureati di altrettanti atenei” ha commentato Luisa Todini. “Questo testimonia il nostro impegno a favore delle nuove generazioni, dei loro progetti, del loro futuro. La formazione e la ricerca non sono spese da tagliare ma, proprio in un periodo particolarmente delicato come questo, la vera chiave dello sviluppo del nostro Paese”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet