A Chimar l’oscar dell’imballaggio


Si è tenuta pochi giorni fa a Milano, in occasione della fiera del packaging Ipack-Ima, la premiazione dell’ ”Oscar dell’Imballaggio 2018”, il contest che premia le migliori soluzioni di packaging progettate in Italia o commercializzate sul territorio nazionale.
Tra i 20 candidati alla finale, il prestigioso premio è stato assegnato a 7 progetti di packaging, selezionati sulla base dell’innovazione tecnologica per la scelta dei materiali e dei processi.
Sul podio è salito anche SPYLOG, la soluzione di Chimar che unisce il concetto di Industry 4.0 all’imballaggio industriale.
Si tratta di un innovativo prodotto che una volta applicato all’imballaggio ne permette il monitoraggio durante il trasporto. Spylog infatti “dialoga” con gli smartphone presenti nelle vicinanze tramite il segnale bluetooth ed è equipaggiato con sensori che permettono di misurare la temperatura, l’umidità e eventuali urti che il materiale potrebbe subire durante una spedizione.
Mediante l’utilizzo di SPYLOG, dunque l’imballaggio industriale non è più un elemento passivo con il “solo” obiettivo di proteggere e contenere ma gioca un ruolo attivo: informa e rassicura.
Durante la premiazione, Marco Arletti, amministratore delegato di Chimar, ha dichiarato: “Poincaré, luminare dell’800, definiva la creatività come la capacità di unire elementi preesistenti in combinazioni nuove, che siano utili. Questo premio, oltre ad essere motivo di orgoglio per la nostra azienda, rappresenta la consacrazione del nostro essere creativi, sia per quanto riguarda il lavoro quotidiano di progettazione e produzione di imballaggi industriali che per lo sviluppo di nuove soluzioni da immettere nel mercato”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet