A Cersaie 2013 è di scenala “normalità”


BOLOGNA, 16 GEN. 2013 – Un richiamo a un’azione tipica della quotidianità come stendere il bucato e, al tempo stesso, è un riferimento all’eccellenza delle piastrelle in ceramica “made in Italy”. E’ questa l’immagine grafica del manifesto dell’edizione 2013 di Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno, la più importante manifestazione fieristica al mondo.A disegnare il manifesto della XXXI edizione è stato Luigi Capraro, lo studente dell’Isia di Bologna che ha vinto la terza edizione di Beautiful Ideas, il concorso promosso da Confindustria Ceramica e da Edi.Cer, che offre agli studenti delle facoltà universitarie e degli istituti di design la possibilità di creare l’immagine dell’edizione successiva del Salone Internazionale. Il tema al centro di questa terza edizione era infatti “Cersaie ed elogio della normalità”: un invito a guardare con occhi disincantati il mondo così com’è, la ceramica e l’arredobagno quali elementi che appartengono, storicamente e nelle loro potenzialità espressive e funzionali, alla vita di tutti i giorni.Sono stati 120 gli studenti e quasi 150 bozzetti pervenuti, provenienti da dieci scuole di design di tutta Italia, tra i quali la giuria composta da Michele De Lucchi, Beppe Finessi, Franco Origoni e Lia Piano ha scelto Luigi Capraro dell’Isia di Bologna quale vincitore.Il tema della prossima edizione del concorso, da cui sarà selezionata l’immagine di Cersaie 2014 è “Relazioni Ceramiche” a cui dovranno ispirarsi le proposte dei giovani creativi.Altra novità assoluta della prossima edizione di Cersaie è l’anticipazione dell’inizio della fiera alla giornata di lunedì: il nuovo periodo di svolgimento è stato fissato da lunedì 23 a venerdì 27 settembre. Tale iniziativa dà la possibilità alle aziende espositrici di usufruire di cinque giorni pienamente lavorativi in fiera ed aumenta così la possibilità di dedicare più tempo agli operatori esteri in relazione ad una maggiore distribuzione della loro presenza nei cinque giorni.Cersaie ha confermato nei numeri dell’edizione 2012 la propria vocazione ad essere ‘la’ fiera di riferimento a livello internazionale per i settori della ceramica per l’architettura e dell’arredobagno. Sono stati 75.563 i visitatori unici (‘primi ingressi’) e 106.846 le ‘presenze’, calcolate – secondo gli standard fieristici internazionali – come primo rientro nei giorni successi al primo ingresso. Il nuovo sistema elettronico di rilevazione, introdotto l’anno scorso, ha consentito una più puntale rilevazione degli operatori partecipanti. Appuntamento quindi a Bologna, da lunedì 23 a venerdì 27 settembre, per visitare la XXXI edizione di Cersaie: una manifestazione imperdibile per un vasto pubblico di architetti, interior designer, progettisti, imprese di posa e società di costruzione, provenienti dai cinque continenti alla ricerca delle ultime tendenze in fatto di soluzioni abitative.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet