A Carpi riparte “un treno per Auschwitz”


MODENA, 3 GEN. 2011 – Carpi-Auschwitz: anche quest’anno si riattiva il collegamento ferroviario tra due luoghi simbolo della barbarie nazifascista. La partenza è fissata per martedì 25 gennaio dal comune modenese che ospita il campo di concentramento di Fossoli. Una data non casule ma pensata in modo che il convoglio di studenti diretto come tradizione all’ex lager polacco per ricordare le vittime della Shoah possa arrivare a destinazione due giorni dopo, in occasione del Giorno della Memoria. Il viaggio, che prende il nome di "Un treno per Auschwitz", si svolge sotto l’Alto Patronato del presidente della Repubblica. E alla partenza del treno, alle 15 alla stazione ferroviaria, gli studenti saranno salutati tra gli altri dal presidente del Consiglio regionale dell’Emilia-Romagna, Matteo Richetti, dal sindaco di Carpi, Enrico Campedelli, e presidente della Fondazione Fossoli, Lorenzo Bertucelli. Per mercoledì 26 gennaio, dopo l’arrivo a Cracovia, è in programma l’incontro intitolato "Noi la farem vendetta?" con Paolo Nori e la partecipazione di Massimo Zamboni della Filarmonica di Cracovia. Giovedì 27 è prevista la visita al campo di Auschwitz I, poi, in serata, gli studenti parteciperanno a un dibattito con lo scrittore Carlo Lucarelli, che li affiancherà nel loro viaggio, intitolato ‘I virus della memoria’. Parteciperanno Stefano ‘Cisco’ Bellotti, Alberto Cottica e Giovanni Rubbiani, tre degli storici fondatori dei Modena City Ramblers. Il giorno successivo avverrà la visita al Campo di Birkenau-Auschwitz II, con una cerimonia al monumento internazionale e una fiaccolata. In serata è in programma il concerto di Stefano Bellotti con ospite Massimo Zamboni. Sabato 29 gennaio la comitiva di studenti visiterà la Cracovia ebraica e poi ripartirà alla volta di Carpi. L’arrivo è previsto alla stazione ferroviaria alle 15 di domenica 30 gennaio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet