A Bologna va in scena lo sciopero separato


BOLOGNA, 12 DIC. 2011 – Stamattina il segretario bolognese della Cgil Danilo Gruppi era solo sul palco di piazza Roosevelt. Rivolto verso palazzo d’Accursio, ha elencato sotto la pioggia i perchè della presa di distanza da Cisl e Uil in occasione dello sciopero che nel resto d’Italia ha riunito i sindacati contro la manovra. Ma cercando di non fomentare la polemica con le altre sigle sindacali, che qui come in altre città emiliane sono rimaste separate. Gruppi ha spiegato di intendere lo sciopero "in pieno sostegno alla proposta di modifica alla manovra che i tre sindacati hanno unitariamente avanzato". Ma le otto ore di sciopero della Cgil sotto le Due Torri – con lo slogan "L’alternativa c’é, paghi chi non ha mai pagato" – uniscono alla critica alla manovra anche la protesta contro il "modello Fiat", questione che ha impedito la proclamazione di una manifestazione unitaria. Dal palco, hanno infatti parlato una pensionata e un delegato Fiom della Magneti Marelli, illustrando le conseguenze per la fabbrica dell’uscita del gruppo Fiat da Confindustria e dell’emarginazione della Fiom". La Cisl non è andata in piazza, ma ha fatto assemblee nella sua sede provinciale e nei luoghi di lavoro. "Avremmo voluto portare in piazza tutta questa gente – ha detto il segretario Alessandro Alberani – questo è un momento amaro per il sindacato bolognese". "In un momento come questo si auspica la massima unità. Per il paese e per l’uscita dalla crisi, che è la cosa più importante", ha commentato invece il vicesindaco di Bologna Silvia Giannini, che ha risposto così a chi le ha chiesto un parere sulle iniziative separate dei sindacati cittadini. Manifestazioni a cui lei non prende parte: "Oggi – ha spiegato a margine di una conferenza stampa nella sede di Unicredit – mi occupo del Bilancio del Comune". Giannini, infatti, nella Giunta Merola si occupa dei conti dell’amministrazione. "Vedremo di approfondire le ricadute della manovra, il testo definitivo del decreto", ha aggiunto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet