A Bologna riparte Mico, rassegna di musica contemporanea


BOLOGNA 12 GEN. 2011 – Una rassegna che ormai è divenuta una realtà consolidata. Giunta alla sua sesta edizione, riparte "Musica Insieme COntemporanea", più brevemente "Mico". Cinque appuntamenti di musica tra sperimentazioni e tradizione. Il festival realizzato dalla Fondazione Musica Insieme di Bologna col sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Emilia Romagna, parte venerdì 21 gennaio alle 20,30 negli spazi del Foyer Rossini del Teatro Comunale, dove si tengono tutti gli spettacoli in cartellone.Il primo concerto vede protagonisti il ‘Duo Alterno’, formato dal soprano Tiziana Scandaletti e dal pianista e compositore Riccardo Piacentini. Insieme un esempio significativo di come si possano unire felicemente sperimentazione e tradizione, con programmi sempre accattivanti e innovativi, sempre presentati con coerenza e passione, con i quali il pubblico si confronta volentieri e con curiosità."Nonostante il periodo di crisi e i tagli alla cultura praticati dal governo – ha spiegato l’assessore alla cultura Mezzetti – come Regione stiamo difendendo con le unghie e con i denti gli impegni fin qui presi cercando di mantenere inalterati le risorse previste per questo tipo di manifestazioni. Crediamo che la musica contemporanea debba essere sempre più aiutata e per questo vorremmo che Bologna diventasse il suo epicentro in Emilia".La rassegna presentata questa mattina prosegue negli altri suoi quattro appuntamenti il 18 febbraio, il 25 marzo e l’8 e 15 aprile. Il secondo concerto si intitola Around Cage, e gira infatti intorno alla figura di John Cage, uno dei protagonisti più indelebili delle scene musicali del ‘900. A realizzare il progetto l’Ensemble Ars Ludi Lab (pianoforte e percussioni).Per il terzo concerto, il 25 marzo, Daniele Furlati, pianista e apprezzato autore di colonne sonore (autore delle musiche del film di Giorgio Diritti ‘L’uomo che verrà’): presentera’ un ‘Concerto per pianoforte e immagini’ in cui la musica interagira’ con la proiezione di spezzoni di celebri lungometraggi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet