A Bologna primo confronto (a distanza) tra Cazzola e Delbono


BOLOGNA, 27 MAR. 2009 – Primo confronto (anche se indiretto) tra Flavio Delbono e Alfredo Cazzola all’insegna del fai play, con il primo che loda e cita nel suo intervento il secondo. I due candidati a sindaco di Bologna sono intervenuti ieri per la prima volta a uno stesso convegno, l’ assemblea di Confesercenti, dove hanno espresso idee e proposte sul settore. Al dibattito, seguito alla relazione del presidente Sergio Ferrari, sono intervenuti anche i candidati alla guida della Provincia, la presidente uscente Beatrice Draghetti (Pd) e il deputato bolognese Enzo Raisi (Pdl).Invitato pure Giorgio Guazzaloca, che però ha fatto sapere di non potere essere presente a causa di un impegno preso in precedenza. "Bologna è l’unica città d’Italia che in venti anni ha perso 110.000 abitanti, il 25% della popolazione", ha attaccato Cazzola che ha parlato di "desertificazione del centro storico e abbandono delle periferie" da parte dei negozianti. "In questi ultimi anni abbiamo perso colpi", ha aggiunto il candidato civico appoggiato dal centro-destra riferendosi a infrastrutture, attività fieristica, turismo. "Questo è successo perché non c’è stata la volontà né la competenza. Bologna ha le risorse ma non si sta facendo nulla. Abbiamo bisogno di una grande azione di discontinuità", ha concluso, richiamando la necessità di uno sforzo comune per valorizzare la città. Richiamo che Delbono ha spiegato di condividere: "sulla necessità di farci tutti carico dei problemi condivido quello che ha detto Cazzola", ha affermato un po’ a sorpresa il candidato del Pd. Che ha sottolineato l’esigenza di valorizzare la città con politiche di maggiore accessibilità ("ci sono bastati gli studenti e la Fiera per troppo tempo), di prezzi ("a volta la città è ostica per molte tasche"), di sostegno del turismo. Delbono ha ricordato anche l’importanza delle nuove infrastrutture come l’Alta Velocità che "avrà effetti più positivi se collegata a una rete di infrastrutture locali".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet