Granarolo, lo stracchino va in Friuli: annunciato sciopero


La chiusura del reparto “duri”, dove si producono i formaggi stagionati, entro il prossimo mese di aprile e l’immediato spostamento della lavorazione di 10 tonnellate di stracchino nell’azienda Venchiaredo, in Friuli Venezia Giulia, con la conseguente cessata esigenza del turno notturno nel reparto “molli”. Ciò che la direzione aziendale di Granarolo ha comunicato nell’incontro dello scorso 5 marzo messo in allarme le Rsu e le organizzazioni sindacali. L’invito alla Direzione aziendale è quello di rivedere le proprie decisioni, per favorire un confronto senza alcun tipo di condizionamento sulla ottimizzazione dei processi produttivi e le problematiche relative alla vita dello stabilimento. E nel frattempo è stato indetto da subito il blocco di tutte le prestazioni straordinarie, di tutte le forme di flessibilità, a partire dal blocco dei festivi. Oltre a un pacchetto di 32 ore di sciopero . Una prima fermata di mezz’ora nel turno è stata fatta mercoledì mattina.

 

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet