A Trevi commesse estere per 75 milioni di dollari


Il gruppo cesenate Trevi, quotato a Piazza Affari e attivo nel campo dell’ingegneria del sottosuolo si è aggiudicato commesse negli Stati Uniti, in Medio Oriente e in Africa occidentale per un valore complessivo di circa 75 milioni di dollari. E’ quanto si legge in una nota dell’azienda romagnola. In dettaglio, negli Stati Uniti, Trevi ha acquisito una commessa per eseguire le opere di fondazione del Northeast Boundary Tunnel a Washington, tunnel profondo e di grandi dimensioni in grado di aumentare la capacità dell’attuale sistema fognario cittadino mentre in Medio Oriente è stato acquisito, in Kuwait, il contratto per le opere di fondazione nell’ambito della realizzazione di 8 silos per la raccolta e stoccaggio di gas liquefatto naturale e a Dubai per la realizzazione delle fondazioni speciali di quella che sarà la più lunga pista da sci al coperto del mondo, e situata nel nuovo One Mall di Meydan. In Africa, Trevi si è aggiudicata, in Nigeria, i lavori di fondazione nell’ambito della realizzazione di alcuni silos nella zona di Port Harcourt e di costruzioni ad uso commerciale-direzionale nella metropoli di Lagos.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet