Confindustria, Vacchi vicino alla meta


L’imprenditore Marco Bonometti lascia la corsa alla presidenza di Confindustria. E’ quanto si apprende al termine dei colloqui che ha avuto con i saggi nella sede di Assolombarda.  Stessa decisione presa dall’industriale Aurelio Regina.. ”Ho comunicato ai saggi, prima ancora che me lo chiedessero, che ho ritirato la disponibilità a candidarmi”, ha detto lo stesso Regina. “In queste settimane – ha spiegato – fra i tanti che hanno sostenuto la mia candidatura ho riscontrato una forte spinta per convergere sul programma di Alberto Vacchi”.

Dichiarazioni che precedono la sintesi di Carlo Bonomi, vicepresidente Assolombarda: “Leggendo le dichiarazioni che sono state espresse, ritengo che in termini di peso assembleare, ci sia una netta maggioranza a favore di Vacchi”. “Ho espresso la preferenza per Alberto Vacchi che è il candidato che sostiene l’associazione (Assolombarda)”, ha aggiunto. Quanto alle preferenze delle piccole e medie imprese per il candidato Vincenzo Boccia, secondo Bonomi “è una leggenda metropolitana, sono un piccolo medio imprenditore e sostengo Vacchi. E se leggiamo le dichiarazioni che ci sono state di molte territoriali e associazioni di categoria che sostengono Vacchi, ci sono molti piccoli e medi imprenditori. Poi che si voglia far passare che tutta la piccola sia schierata su Boccia, mi sembra un po’ esagerato”.

La corsa adesso è solo a due, tra Vacchi, già scelto dalle principali espressioni del mondo confindustriale, e Boccia, espressione delle piccole imprese di Confindustria del sud.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet