In 30mila negli agriturismi della regione


Sono stati oltre 30mila gli ospiti che tra Natale a Capodanno si sono seduti a tavola negli agriturismi dell’Emilia Romagna, alla ricerca di sapori della tradizione e di tranquillità lontano dalla città. È quanto stima Coldiretti Emilia Romagna sulla base dei dati degli agriturismi di Terranostra e Campagna Amica. Secondo i dati dell’organizzazione agricola quasi la metà di coloro che hanno fatto il pranzo di Natale o il cenone di Capodanno in campagna ha anche pernottato, preferendo il contatto con la natura e la voglia di stare insieme e nel silenzio della campagna rispetto al chiasso massivo delle città. Il richiamo principale negli agriturismi – secondo Coldiretti Emilia Romagna – resta comunque sempre l’offerta enogastronomica che negli agriturismi si basa sulle consolidate tradizioni dei piatti locali.

Con gli arrivi degli ultimi tre mesi – informa Coldiretti regionale – le presenze nei 1.150 agriturismi dell’Emilia Romagna nel 2018 sono cresciute del 7% rispetto all’anno precedente, confermando che nella nostra regione il 2017 è stato un anno di grazia per il turismo. La scelta dell’agriturismo nell’80% dei casi – afferma Coldiretti – è una scelta autonoma, con prenotazione diretta d parte dei clienti dopo che hanno consultato siti. Ampio peso nella scelta ha anche il passaparola tra parenti e amici che, per le vacanze in campagna, è sempre molto affidabile.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet