25 anni da Chernobyl. Volontari premiati a Kiev


MODENA, 26 APR. 2011 – Il disastro nucleare di Chernobyl avveniva esattamente 25 anni fa. Per la prima volta, l’Europa si trovò faccia a faccia con uno dei suoi più orrendi incubi. Ben presto, passata la grande paura, il mondo del volontariato e le istituzioni cominciarono ad organizzarsi. La nostra regione si caratterizzò per l’impegno ad ospitare, per periodi di un mese circa, i bambini che vivono in quelle aree: si è dimostrato, infatti, che alcune settimane lontano dai luoghi contaminati abbassava drasticamente nei fisici dei giovanissimi il livello di alcune sostanze particolarmente pericolose, come il cesio.Diverse le associazioni che si sono distinte in questo campo: i vertici della polisportiva "Polivalente 87 Gino Pini" sono oggi a Kiev per ricevere direttamente dalle mani del presidente ucraino il riconoscimento che la repubblica rilascia a tutti coloro che si sono impegnati nell’aiuto e nella solidarietà. La polisportiva modenese, dal ’94, ha favorito il soggiorno nel modenese di quasi 700 ragazzi, come ci ha confermato oggi al telefono da Kiev, la responsabile del settore solidarietà Catia Arletti Garuti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet