24 settembre. Orgogliosi di essere clandestini


BOLOGNA, 23 SET. 2010 – Un appuntamento nato un anno fa e presto arrivato, in una versione più allargata, alla seconda edizione. Sono infatti una cinquantina le città italiane che hanno risposto all’appello della rivista Carta, ideatrice del Clandestino Day, giornata dell’orgoglio migrante e per questo dedicata a iniziative contro il razzismo. Scopo delle attività messe a punto da oltre trecento organizzazioni sociali provenienti da culture, pratiche ed esperienze differenti, è denunciare e combattere le leggi razziste del governo. Ma non solo. Da promuovere c’è anche un tipo di società aperta e meticcia che nel suo lavoro quotidiano produce un paese solidale pronto a includere anziché escludere. Cene, dibattiti, proiezioni, concerti, partite di pallone, manifestazioni, presidi, presentazioni di libri, azioni, spettacoli teatrali, cortei. Questo il tipo di iniziative in programma. Qui di seguito gli appuntamenti in Emilia-Romagna:BOLOGNA
Una trentina di organizzazioni promuovono «Noi non respingiamo». Alle 19 verrà proietato il film documentario «In Between, Nove sguardi sulla scena europea» [nella Sala Benjamin, via Del Pratello 53]. A seguire, dibattito aperto con gli esponenti delle associazioni coinvolte ed esibizione gruppi L’Hard coro De’Marchi, la Scuola popolare di musica Ivan Illich [Spmii] in collaborazione con l’associazione Primo Moroni e il Circolo anarchico Camillo Berneri organizzano, nell’ambito della terza edizione di «Cor-A-zone», festival internazionale di cori e canto sociale, una serata intitolata «Diritti e rovesci».
Dal 17 alla Spmii [via Giuriolo, 7]. Proiezione di «Rosarno. Il tempo delle arance» di InsuTv. Videointerviste agli operai della Fiat di Pomigliano. Dibattito con Costantin Costantin e Marian Sibian [associazione Aven Amenza Savale], Luca Rossomando [giornalista, redattore della rivista Napoli monitor], Annamaria Rivera [antropologa università di Bari], Valerio Bonsi [segretario Fiom Reggio Emilia]. A seguire, musica con la Banda Roncati. Dalle 21 al Parco della Ca’ Bura [via dell’Arcoveggio 138], «Cosa fa paura ai padroni», reading a cura del collettivo Wu Ming, accompagnato dai musicisti della Spmii. E Zézi, gruppo operaio, in concerto.REGGIO EMILIA
L’associazione Città migrante e i gruppi locali di Emergency e Amnesty international promuovono, nell’ambito della «Notte dei ricercatori», un dibattito sull’accordo di integrazione previsto dal Pacchetto sicurezza, con la relazione del professor Gabriele Pillotti (Università di Modena e Reggio Emilia), alle 21nel giardino Spazio Gerra- Piazza xxv aprile 2.Il comitato nopacchettosicurezza organizza un presidio dalle 17 in Piazza Prampolini angolo Battistero contro il reato di clandestinità ed in solidarietà con i 207 immigrati denunciati a Reggio Emilia dopo la sanatoria «colf e badanti» 2009.
RIMINII Riminesi globali contro il razzismo, la Casa della Pace e l’Associazione Rumori sinistri organizzano la presentazione del documentario «Non rubateci il futuro», alle 21 alla Casa della pace [ via Tonini, 5]. La presentazione sarà anche l’occasione per alcuni aggiornamenti sulla vicenda della «Sanatoria truffa», in vista delle prossime mobilitazioni nazionali del movimento antirazzista.RAVENNAIl centro sociale Spartaco organizza un presidio in piazza del Popolo davanti alla prefettura dalle 18 alle 20PARMA
MigrAzioni organizza nel quartiere Oltretorrente le «Lavagne in piazza», lezioni di italiano all’aperto con cibi etnici preparati dagli studenti. Ci sarà poi una cena pakistana fra «tutti migranti e clandestini» per una nuova cittadinanza. Teatro di strada a cura di migranti e italiani sul tema «i migranti sono una risorsa».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet