23/27/2011 LAND BRANDEBURGO: SI PRESENTA a Bologna


BOLOGNA 23 FEBBRAIO Sono dieci gli elementi di forte attrazione che la regione tedesca Berlino-Brandeburgo offre agliimprenditori italiani che vogliono effettuare un investimento nel territorio: posizione centrale inEuropa, prossimità a Berlino, elevata efficienza dei centri di competenza industriale, portadell’Unione Europea verso i paesi orientali, forte domanda di prodotti locali, elevata efficienzadei centri di competenza industriale, forti incentivi e sussidi alle imprese, ottima infrastruttura ditrasporto trimodale, elevato numero di istituti di ricerca in Germania, eccellente formazioneprofessionale della forza lavoro, eccezionale qualità della vita.Gli elementi di competitività e i vantaggi di un investimento nella regione Berlino-Brandeburgosono stati presentati oggi a Bologna ad una platea di imprenditori italiani da una delegazioneitalo-tedesca.“Con l’allargamento dell’Unione Europea verso l’Est la nostra regione Berlino-Brandeburgoviene a trovarsi esattamente al centro dell’Europa, diventando partecipe dello sviluppo dei[mercati emergenti dell’Europa centro orientale” – afferma Ralf Christoffers, Ministro perl’Economia e gli Affari Europei.“Prestigiose aziende italiane – continua Ralf Christoffers – hanno già deciso di insediarsi nellaregione Berlino-Brandeburgo come Riva-Stahl, Iris-Ceramica, Zuegg o il gruppo Menarini, allaluce delle loro positive esperienze siamo convinti che la nostra regione possa rappresentare pergli imprenditori italiani un’ottima meta per i loro investimenti industriali. Crediamo quindi che siaimportante avere la possibilità di incontrare gli imprenditori italiani per far conoscere i vantaggiche un investimento nella regione del Brandeburgo possa comportare.”“Grazie alla promozione nell’ultimo anno della nostra regione in Italia – continua Christoffers -abbiamo raggiunto un accordo di cooperazione tra l’associazione Torino Piemonte Aerospace eBerlin-Brandeburg Aerospacealliance (BBAA), e ancora quest’anno in Veneto abbiamo siglatoun accordo di collaborazione tra la ZukuntsAgentur Brandenburg (ZAB) e Eurosportello Veneto.Crediamo che da queste collaborazioni possano nascere importanti progetti di supporto allosviluppo economico del Brandeburgo”.Con circa 6 milioni di abitanti e una superficie quadrata di oltre 30.000 Km quadrati (estesoquanto il Belgio), il Land di Brandeburgo, oltre alla sua vicinanza a Berlino, capitale dellaGermania, vanta una posizione centrale in Europa e rappresenta per i Paesi dell’UnioneEuropea la porta d’accesso ai mercati dell’Est.Negli ultimi quattro anni sono state oltre 185 le imprese che hanno investito per la prima voltanel Brandeburgo e in totale più di 300 le realtà internazionali che hanno deciso di aprire consuccesso una loro filiale nella regione dopo la caduta del muro.Gli elementi di maggior soddisfazione delle imprese che lavorano nel territorio risiedonoprincipalmente nella presenza di vantaggiosi incentivi, nell’elevato livello di qualità della forzalavoro e nella presenza numerosa di centri di ricerca.Il Brandeburgo conta 7 università con circa 180.000 studenti e 19.000 laureati all’anno: questogarantisce l’offerta di un’eccellente formazione professionale anche in settori ad elevataspecializzazione come il biotecnologico, l’aerospaziale e le energie rinnovabili.Inoltre la regione vanta la più elevata concentrazione di Istituti di Ricerca della Germania con21 scuole di specializzazione, circa 250 centri privati di Ricerca & Sviluppo e circa 50.000ricercatori nella Regione.Dal prossimo 3 giugno 2012 sarà inoltre operativo il nuovo aeroporto Berlin BrandeburgInternational (BBI) situato a sud est della capitale, in cui verrà concentrato tutto il traffico aereodella regione.L’aeroporto Berlin Brandeburg International è il più importante investimento in infrastrutturadella Germania di quest’ultimi anni con un investimento di circa 2,5 miliardi di Euro. Il nuovo aeroporto avrà una superficie di 1470 ettari e si svilupperà sul terreno dell’ aeroporto diSchoenefeld, sarà caratterizzato da tragitti brevi e con un terminal centrale, secondo laconcezione del “one roof”, posizionato tra le due piste di decollo e di atterraggio disposteparallelamente.Dal BBI partiranno e decolleranno voli nazionali, europei e intercontinentali. Inizialmente lacapacità di trasporto sarà di circa 27 milioni di passeggeri, questa potrà incrementare fino a 45milioni di utenti.Posizionato geograficamente in un crocevia strategico tra Europa Occidentale ed EuropaOrientale la nuova infrastruttura permetterà alle imprese di raggiungere in poco tempo circa 200milioni di potenziali consumatori dei nuovi mercati dell’Est.Il BBI vanta eccezionali ed efficienti collegamenti diretti alla rete autostradale, alla ferroviaurbana, che permette di raggiungere il centro di Berlino in brevissimo tempo, e alle ferroviestatali che collegano le principali città della Germania.La zona dove sorge il nuovo aeroporto è considerata la più vasta area industriale in prossimitàdi Berlino. Accanto all’aeroporto è stato sviluppato un progetto di riqualificazione immobiliaredell’area che vede la presenza di centro uffici, negozi, hotel e centri commerciali.“L’avvio del nuovo importante aeroporto Berlin-Brandeburg – afferma Ralf Christoffers – siamocerti che fornirà un maggiore slancio e impulso all’economia della Regione. Sicuramente leimprese che beneficeranno di questa presenza inizialmente saranno quelle operanti nel settoredella logistica ma anche tecnologico e del terziario.”Inoltre a favore della decisione di effettuare un investimento estero nella regione gioca lapresenza di un programma di sovvenzioni e incentivi tra i più alti e più attraenti in Europa.Il principale sussidio statale, ideato per coprire le necessità finanziaria di ogni investitore, èquello denominato GRW (Gemeinsschaftsaufgabe Verbesserung der RegionalenWirtschaftsstruktur) che arriva a coprire fino al 30% del finanziamento dell’investimento previstonella parte Nord-Est del Brandeburgo per le imprese di grandi dimensioni. Il finanziamento salefino al 50% per imprese di piccole dimensioni** e al 40% per quelle di medie dimensioni*. Mentre considerata ormai un’area già sviluppata, i sussidi stanziati per investimenti nellaregione a Sud-Ovest di Brandeburgo arrivano a finanziare il 20% dell’esborso per le grandiimprese; mentre è prevista una partecipazione massima del 40% all’investimento, previsto eautorizzato, per le imprese di piccole dimensioni e del 30% per quelle di medie dimensioni.Otto sono in particolare i settori industriali a cui si riferiscono le agevolazioni: logistico,biotecnologico, energetico, alimentare, chimico, tecnologico, metallurgico e turismo.Ma il piano di agevolazioni non interessa solo l’investimento iniziale, forti sussidi a supportoanche di progetti nell’ambito della ricerca e sviluppo (ad es. un’impresa di piccole dimensionipuò ottenere un finanziamento fino all’80% dell’investimento per attività di ricerca e sviluppo dinatura industriale), della formazione professionale qualificata o per gli stipendi degli impiegati.Non in ultimo la regione del Brandeburgo garantisce un elevato livello della qualità della vitagrazie alla presenza di una ricca vegetazione, al basso livello di inquinamento e alla vicinanzaalla capitale tedesca, Berlino, che offre ogni giorno svariate attività socio-culturali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet