22 anni, morto il primo giorno di lavoro. Adesso il processo


in collaborazione con Teleromagna21 MAR. 2009 -Dei 16 accusati di omicidio colposo, undici chiederanno il rito abbreviato, uno ha intenzione di patteggiare e quattro hanno optato per il rito ordinario. E’ quanto uscito dall’udienza preliminare al Tribunale di Ravenna per la morte di Luca Vertullo, il ventiduenne deceduto al suo primo giorno di lavoro al porto romagnolo l’1 settembre 2006. Il giovane, che lavorava come interinale per la Compagnia Portuale di Ravenna, morì sul colpo travolto da un rimorchio – in sovrappeso, avrebbero stabilito le perizie a suo tempo disposte dalla Procura ravennate – che stava per essere imbarcato su un traghetto della Tirrenia, destinazione Catania.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet