In 2016 distribuito valore per 3,8 miliardi


Oltre 3,8 miliardi di euro di valore sono stati ripartiti dal Gruppo Unipol tra i suoi vari stakeholder nel 2016. Lo si legge nel primo Bilancio integrato presentato oggi a Milano. Un documento che sottolinea anche il supporto alla green economy, con 105 milioni di euro investiti in imprese del settore, e quello alla crescita del sistema Paese attraverso l’incremento di consapevolezza assicurativa, grazie alla creazione della copertura ai rischi catastrofali o al
cyber-risk. “Tutte queste cose sono belle – ha detto l’ad del Gruppo Carlo Cimbri – ma non dimentichiamo che sono possibili se produciamo ricchezza, cioè se ogni euro investito diventa tre o quattro. Questo ci consente di essere sostenibili: saper fare impresa. Secondo le regole certo, ma con una costanza e una cattiveria che non ci devono fare dimenticare che se i nostri
dipendenti e le nostre comunità mangiano è per la nostra capacità di essere buoni imprenditori. Se guadagniamo, creiamo ricchezza, se creiamo ricchezza possiamo fare del bene alle nostre comunità”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet