I 150 anni di Bper


Le celebrazioni per i 150 anni di storia di Bper Banca riescono a mettere insieme finanza, musica e cultura. Il programma, che si svilupperà è stato svelato nella sede milanese dell’istituto di credito a due passi da Piazza Affari e alla presenza del pianista iraniano di fama mondiale Ramin Baharami che accompagnerà Michele Placido in un recital di poesie sotto palazzo Ducale domenica 11 giugno. Ospite delle celebrazioni anche il premio Nobel per l’economia Angus Deaton che sarà intervistato da Beppe Severgnini lunedì 12, giorno esatto della fondazione della banca. Ad aprire il programma sarà invece sabato 10 il concerto di Paolo Fresu e Paola Turci. Per l’occasione sarà inoltre allestita una mostra in San Carlo e pubblicato un libro.
Mentre il suo Iran sceglieva democraticamente il riformista Rouhani, da Milano Ramin Baharami, massimo interprete di Bach al mondo, ha parlato della capacità della musica di eliminare le disuguaglianze e di unire proprio come faceva la voce di Luciano Pavarotti.
Insieme al 150esimo Bper sarà sponsor ufficiale di Modena Park a luglio e del premio Strega. Un impegno che coniuga cultura e finanza in vista del nuovo piano industriale che sarà presentato a settembre.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet