120 tonnellate di alimenti sotto sequestro


in collaborazione con Teleromagna10 MAR. 2009 – I titolari di tre depositi all’ingrosso dell’Emilia-romagna, due di questi in Romagna in provincia di Ravenna, sono stati denunciati dai Nas dei Carabinieri per varie irregolarità, come la mancanza di tracciabilità e il cattivo stato di conservazione. L’operazione ha portato al sequestro di un ingente quantità di prodotti alimentari: 120 tonnellate di alimenti, per un valore superiore al milione. A Cervia sono stati sequestrate 31 tonnellate di prodotti ittici e 55 mila bottiglie di bibite provenienti dalla Turchia scadute. A Conselice i prodotti non ben conservati erano 27 chili di mozzarelle e oltre 8 mila confezioni di gnocchi surgelati, nonché di 4.700 kg di salmone affumicato importato irregolarmente e in parte contaminato da batteri.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet