100 scatti per raccontare il lavoro delle donne


REGGIO EMILIA, 17 MAR. 2009 – Il lavoro delle donne è il tema della mostra fotografica allestita dai Coordinamenti delle donne Spi e Cgil nel cortile della Camera del Lavoro di Reggio Emilia, in Via Roma 53. Centro scatti scelti tra tutti quelli inviati al concorso fotografico promosso un anno fa dalle donne pensionate Spi e della Cgil di Bologna. Immagini arrivate non solo dall’Emilia Romagna, ma da Siracusa, Teramo, Venosa, Napoli, Brescia e addirittura da New York.L’idea della mostra è nata dall’esigenza di riempire il vuoto degli archivi storici che documentavano il lavoro femminile soprattutto negli anni ’50 e ’60. Fino al ’68 le testimonianze di donne nei campi, in fabbrica, al centralino erano moltissime. Poi più niente. Soltanto immagini di manifestazioni e picchetti. Così, da questa incomprensibile assenza, si è pensato di restituire la presenza delle donne nei posti di lavoro.Un’ idea che ha incontrato il favore di molti giovani, fotografi, viaggiatori, pensionati che con il loro contributo artistico hanno fissato su carta i lavori delle donne, i cambiamenti epocali nella società, nella tecnologia, i sorrisi, le mani, le fatiche…ll futuro. E così, accanto ai lavori perduti, nell’archivio troveranno spazio quelli recenti, ma anche le donne precarie, costrette a lavori sottopagati o in nero, ancora una volta impegnate a far rispettare quei diritti che si credevano conquistati per sempre.La mostra fotografica resterà a disposizione di tutti i cittadini nel cortile della Camera del Lavoro di Reggio Emilia fino al 30 marzo prossimo con i seguenti orari:dal lunedì al venerdì – dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 19.00sabato – dalle 8.00 alle 12.30.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet